Come realizzare un allevamento di lumache. La storia della Lumaca Madonita

18758_237733543327_8225173_n

Sembra non conoscere crisi l’elicicoltura, l’allevamento di lumache da terra, e la Sicilia, una volta tanto, è protagonista di questo fiorente settore. L’Isola, infatti, è la regione che ha più allevamenti, seguita dalla Toscana e dal Piemonte.

Ogni anno in Italia si consumano circa 400 mila tonnellate di lumache, per non parlare dei prodotti derivati come il caviale o la bava (usata nella cosmesi), che sono sempre più apprezzati. Un settore nuovo – i primi allevamenti sono iniziati circa 35 anni fa in Italia, in seguito alle norme comunitarie che hanno vietato la raccolta libera – che ha tantissimi margini di crescita se si pensa che il 90 per cento di questi consumi è soddisfatto attraverso l’importazione dall’Est Europa e dal Nord Africa. Ma come al solito, ciò che si produce in Italia e, in particolar modo, in Sicilia non ha rivali per qualità. Si spiega così la capacità di imporsi di giovani realtà come quella della Lumaca Madonita (www.lalumacamadonita.it), allevamento di chiocciole nel territorio di Campofelice di Roccella, nel Palermitano, realizzato 8 anni fa da Davide Merlino, Michele Sansone e Giuseppe Sansone. Questi tre ragazzi (oggi poco più che trentenni) hanno investito lavoro e risorse (circa 70 mila euro iniziali), diventando leader nel settore: oggi non solo producono, ma si occupano anche di accompagnare nuove realtà nascenti, progettando i campi di allevamento e garantendo l’acquisto del prodotto.

30514_396723783327_6916896_nDue ettari in contrada Pistavecchia, uno dei più grandi allevamenti di lumache d’ Italia, 77 recinti, 350 mila euro di fatturato annuo, e un metodo di allevamento che permette di produrre circa 15 tonnellate di lumache all’anno, garantendo sempre l’alta qualità delle carni e le caratteristiche estetiche delle chiocciole. «La nostra lumaca – spiega Davide Merlino – è stata ottenuta dall’incrocio che noi stessi abbiamo realizzato tra la chiocciola autoctona e quella di allevamento francese. Il risultato è stato un mollusco che ha ereditato le migliori qualità dell’una e dell’altra tipologia».

Perché la lumaca madonita ha una qualità superiore rispetto a quelle di importazione?
«Le nostre sono allevate per il 70% con ortaggi e il 30% con mangimi. Questi ultimi permettono di avere un guscio duro, ideale per le lavorazioni nei ristoranti. Gli ortaggi invece danno sapore e consistenza alla carne, anche perché noi utilizziamo ortaggi dolci come cavoli e bietole che trasmettono dolcezza anche alla carne. Invece, le lumache dell’Est Europeo sono allevate principalmente con mangimi con il risultato di una carne poco saporita e poco consistente, mentre quelle del Nord Africa vengono raccolte in natura, quindi sono per lo più vecchie e col guscio molle».

Dopo quanto tempo immettete in commercio il prodotto?
«Dopo otto mesi di allevamento, il periodo ideale per avere una lumaca di ottima qualità».

Viene vendute vivo?
«Vivo, ma anche sotto forma di conserve, quindi trasformato. Inoltre, realizziamo anche l’elicina, la bava di lumache usata come cosmetico (è un ottimo antirughe, ndr) e il caviale».

Quali sono i prezzi di vendita di questi prodotti?
«Le lumache si vendono 4-5 euro al chilo all’ingrosso e 10-12 euro al privato. Il caviale, invece, ha un prezzo di 1.600 euro al chilo».

L’azienda, da sempre impegnata nello sviluppo di nuovi sistemi e soluzioni ai vari problemi dell’allevamento all’aperto, dal 2012 collabora con il Dipartimento delle Scienze Biologiche dell’università di Napoli per lo studio delle possibili patologie e cause di mortalità delle chiocciole in allevamento intensivo, dando cosi un contributo fondamentale ai nuovi allevatori che si appoggiano all’azienda per l’avvio di nuovi allevamenti realizzati con il proprio sistema di allevamento Madonita.
Dal 2013, in collaborazione con l’Università veterinaria di Milano, La Lumaca Madonita ha messo a disposizone la pluriennale esperienza per la nuova proposta di legge sull’elicicoltura, attualmente inesistente in Italia.

La scheda: come allevare le lumache
La Lumaca Madonita oltre ad allevare in proprio accompagna chi vuole avviare un’attività fornendo know how, competenze, progettando l’impianto, fornendo anche le lumache. Infine, stipula con le nuove realtà un contratto di acquisto di tutto il prodotto. Ecco alcuni consigli di Davide Merlino.

Per realizzare un impianto occorre un terreno, possibilmente non argilloso perché le pozze d’acqua che si formano rischiano di far annegare le chiocciole. Serve poi una buona disponibilità d’acqua: tutte le sere il terreno va irrigato per svegliare le lumache e invogliarle a nutrirsi e quindi a crescere. Serve circa un litro e mezzo di acqua a metro quadrato. Occorre poi una speciale recinzione antifuga, possibilmente con balza piegata all’interno. Inoltre, occorre posizionare delle pedane in legno che fungono da nascondigli e, contemporaneamente, agevolano la raccolta, poiché basterà sollevarle per raccogliere le chiocciole. Infine, servono gli ortaggi e il mangime per nutrire gli animali.

18758_224415488327_1062898_n

27 pensieri riguardo “Come realizzare un allevamento di lumache. La storia della Lumaca Madonita

  • 13 agosto 2014 in 20:46
    Permalink

    mi sto avvicinando all’elicicoltura.
    Gradirei ricevere consigli.
    Distinti saluti.
    Giuseppe Amodeo.

    • 21 agosto 2014 in 18:59
      Permalink

      L’articolo sopra è già abbastanza dettagliato. Che altro tipo di consigli le servono?

  • 22 agosto 2014 in 15:14
    Permalink

    Ciao ragazzi e complimenti davvero. Vi scrivo da un paesino vicino al vostro e vorrei sapere come posso adibire un pezzettino di terreno ad “allevamento” di lumache solo per uso strettamente personale (per mangiarli solamente insomma). Ho mangiato lumache sin da bambino poichè è stata sempre, (da generazioni) nella nostra cultura familiare, praticata la raccolta nel periodo autunnale visto il proliferare abbondante di questo deliziosissimo animaletto nell’entroterra madonita. Ora siccome moltissime zone dove andavo a raccoglierle sono state adibite a pascolo o a coltivazione e venendo meno quindi la possibilità di raccolta, vorrei sapere, se è possibile, come potrei cominciare a coltivarmi un piccolo orticello per raccogliermi quelle lumache, (magari facendo riprodurre solo la specie nostrana) la cui raccolta rimane, haimè, solo un ricordo ormai sbiadito, ma la cui voglia di gustarle in famiglia rimane e rimmarrà sempre un attuale e continuo pensiero. Vi ringrazio anticipatamente augurandovi sempre più successo in questa vostra meravigliosa impresa. Un abbraccio.

  • 1 settembre 2014 in 17:30
    Permalink

    Vorrei avere contatti con voi per impiantare ho 1 pezzo di terra Ke potrei adibito grazie

    • 26 marzo 2015 in 12:39
      Permalink

      Sono interessato ad avere informazioni riguardo l’allevamento della lumaca.
      Premetto che il terreno da utilizzare non è irriguo e si estende per circa , 7.000 mq. in agro Riesi (CL).
      Grazie.

  • 4 settembre 2014 in 8:15
    Permalink

    Salve sarei interessato ad aprire un piccolo allevamento di lumache. La terra e scarsa un ettaro, provvista di pozzo artesiano e corrente elettrica. Quanto si verrebbe a spendere? Nel caso posso venire giù da voi per un eventuale sopralluogo? Dimenticavo sono pugliese.

  • 11 settembre 2014 in 18:45
    Permalink

    Ciao vi faccio i complimenti, sai e da un po che sto pensando di avviare un allevamento di lumache. Mi trovo in Toscana ed ho a disposizione circa un ettaro di terreno, mi farebbe piacere se mi date qualche consiglio visto che voi progettate allevamenti In attesa di una vostra risposta vi porgo i miei saluti

  • 14 settembre 2014 in 19:23
    Permalink

    Desidererei sapere notizie da una persona del mestiere riguardo ad una futura apertura di un allevamento elicicocultura .in zona nord Piemonte

  • 27 settembre 2014 in 16:13
    Permalink

    salve ragazzi volevo sapere se ci sono finanziamenti per questo tipo di lavoro. e a chi mi posso rivolgere

  • 11 novembre 2014 in 9:59
    Permalink

    ciao ragazzi, di quale parte della sicilia siete?
    mi sa che vengo a trovarvi per avere informazioni dal vivo se è possibile

  • 13 novembre 2014 in 15:58
    Permalink

    Complimenti ragazzi , sono un ex emigrante con doppia citadinanza tornato in patria , ho circa 6000 mc di terreno molto favorevole per la coltivazione di lumache in una provicia molto vicino a valona in albania , sono interesato per questo tipo di bisnes e vorrei avere le informazioni per un possibbile contatto grazie

  • 9 gennaio 2015 in 21:09
    Permalink

    Salve ragazzi chiamo dalla provincia di Siracusa volevo delle inf . X poter realizzare un piccolo allevamento ad consumo familiare .Le tecniche il montaggio della rete di recinzione quanto deve essere alta.e se ci sono altre cose che io chiaramente nn so vi ringrazio anticipatamente.

  • 1 marzo 2015 in 14:34
    Permalink

    Salve io e mio fratello eravamo interessati ad aprire un allevamento cosa dovremmo fare? Come si può iniziare?con quante lumache? E per affiliarsi a voi cosa comporta?in attesa di una vostra risposta. Distinti saluti

  • 5 marzo 2015 in 7:17
    Permalink

    Salve a tutti, non riesco proprio a capire, come una bella passione possa essere tenuta nascosta “”( almeno che non si PAGHI )””. Mi stò riferendo a tutti gli allevatori che vogliono guadagnare soldi proponendo ; consigli,lezioni e vendita materiali. I veri appassionati, che lo facciano a livello hobbistico o professionale, potrebbero consigliare, come e dove comperare prodotti a prezzi convenienti. P.S. le lumache fattrici per L”anno successivo, sono uguali a quelle da mangiare, con il solo accorgimento di scegliere quelle più grandi, perciò dovrebbero costare in ugual modo. NON lasciamo fare un MONOPOLIO ai grandi, altrimenti non ci sarà più niente per i piccoli allevatori APPASSIONATI. Grazie.

  • 6 marzo 2015 in 6:26
    Permalink

    Scusate, non ho chiarito, che non mi stavo riferendo a Madonita, (che rta l”altro, ammiro). Sono del nord, ed hò avuto esperienze negative a riguardo.

  • 15 marzo 2015 in 12:52
    Permalink

    Buongiorno. Vorrei sapere quando si seminano le lumahe fattrici e a chi rivolgermi per averle. Vi ringrazio anticipatamente

    • 16 marzo 2015 in 6:46
      Permalink

      Ciao Giulio, dipende da parecchi fattori; primavera in ritardo o anticipata, in che regione ti trovi; se al nord, devi aspettare qualche mese. se al sud, potresti anche il mese prossimo. Insomma ogni allevatore dice la sua. La natura dice Luglio Agosto.

  • 20 marzo 2015 in 17:47
    Permalink

    Ciao ragazzi! Noi vendiamo tutto quello che serve per realizzare un nuovo allevamento dalle chiocciole da riproduzione ai pali alle reti speciali. Inoltre ci occupiamo della progettazione e consulenza consulenza.

  • 20 marzo 2015 in 22:33
    Permalink

    Salve mi chiamo gaetano abito in un paese in provincia dibmessina ho circa quattro mila metri di terreno vorrei sapere se è abbastanza per iniziare questavattivita sempre appoggiandosi al vostro aiuto e vorrei sapere anche se potrei venire qualche volta a visitare la vostra azienda

  • 27 marzo 2015 in 1:06
    Permalink

    Ciao complimenti il vostro lavoro mi appassiona ho il terreno per farlo vorrei entrare in questo mondo potete aiutarmi?

  • 2 giugno 2015 in 23:48
    Permalink

    Ciao ragazzi,
    abito nella Svizzera italiana ma sono nata a Cefalù,ogni tanto mi informo
    per vedere che cosa accade nella mia bella città e stasera ho trovato voi.
    Sono felicissima dell’attività che avete creato e delle soddisfazioni che state
    riscuotendo, anche se io non mangio le lumache. Bravi e complimenti di cuore.
    Verrò a trovarvi la prossima volta che vengo a Cefaù.
    Un caloroso saluto Elisa

  • 5 giugno 2015 in 21:14
    Permalink

    Vorrei fare un piccolo allevamento di lumache come devo fare

  • 18 giugno 2015 in 21:29
    Permalink

    quante lumache occorrono ogni 100 metri quadrati per iniziare a allevare lumacche gradirei una risposta cordiali saluti grazie

  • 6 luglio 2015 in 16:38
    Permalink

    Un bellissimo allevamento…….vorrei anchio inpiantarne uno anche se più piccolo mi potreste dare un aiuto?

  • 19 agosto 2015 in 18:37
    Permalink

    vorrei sapere dove andare per la domanda sono di santo stefano di camastra mi potresti aitare grazie

  • 4 settembre 2015 in 19:05
    Permalink

    Ciao sono interessato ad aprire un allevamento di lumache in Albania
    Ho qui il mio terreno e perfetto il clima e perfetta come in Sicilia
    Vorrei informazione per la coltivazione di lumaca anche collaborazione
    L’investimento sarà tutto coperto da noi tanto che anche il nostro governo ci da una mano
    Grazie
    Buon fine settimana a tutti

  • 13 novembre 2015 in 2:24
    Permalink

    Salve ragazzi e complimenti anticipatamente.
    Curioso oggi di sapere se ci fosse possibilità di provare con pochi metri quadrati per farsi un’ idea, e, convincere i propri cari che bisogna diversificare per crescere.
    Scrivo da Enna (centro Sicilia), grazie anticipatamente.
    Tante lumache, a presto

I commenti sono chiusi