Istituito nuovamente il Parco dei Monti Sicani

sicani - carcaci veduta parco sicaniE’ stato istituito nuovamente il Parco di Monti Sicani. Il decreto del 19 dicembre 2014 è firmato dall’assessore Maurizio Croce. Il decreto contestualmente abolisce le riserve naturali che rientrano nel parco: Monte Cammarata, Monti di Palazzo Adriano e Valle del Sosio, Monte Carcaci, Monte Genuardo e Santa Maria del Bosco.

Per quanto riguarda gli altri aspetti, sono state migliorate le parti impugnate presso il Tar nel precedente decreto che aveva provocato l’annullamento della costituzione del Parco. Le sedi rimangono sempre Bivona e Palazzo Adriano con la possibilità di istituire uffici periferici.

E’ istituito nuovamente il Parco arrivano le polemiche che sembrano indissolubilmente legate a esso. I primi a farsi sentire sono quelli di Legambiente: “Con due decreti dello scorso 19 dicembre, incredibilmente non divulgati e rimasti nell’ombra, la Regione ha restituito il Parco dei Monti Sicani e nominato il commissario per l’avvio della gestione. La Legambiente, ovviamente, saluta con soddisfazione l’istituzione del Parco, ma è costretta a sottolineare come sia davvero singolare che tali importanti provvedimenti non siano stati adeguatamente divulgati e che l’istituzione del Parco dei Monti Sicani sia avvenuta nel silenzio più assoluto invece di essere promossa come un importante atto per la tutela della natura e la valorizzazione dei territori interessati”. Secondo Angelo Dimarca, responsabile Conservazione Natura di Legambiente Sicilia: Dobbiamo stigmatizzare come in materia di nomine nulla sia cambiato. Come commissario è stato nominato un ingegnere in servizio al genio civile di Palermo che non sembrerebbe avere alcun titolo specifico in materia di pianificazione territoriale e gestione di aree naturali protette. Ed invece, l’avvio del Parco dei Monti Sicani, soprattutto dopo ben due annullamenti del TAR, avrebbe avuto bisogno ai vertici di alte competenze. A tutt’oggi sul sito della Regione non sono consultabili il curriculum vitae e la dichiarazione di insussistenza di cause di incompatibilità obbligatori per legge in materia di incarichi, pena la nullità degli atti. Dopo il direttore farmacista nominato nel 2012, vorremmo conoscere quali competenze hanno confortato la nomina del nuovo commissario”. Per Legambiente le nomine negli enti parco dovrebbero rispettare criteri di rigorosa competenza e procedure ad evidenza pubblica comparative per scegliere le persone con i titoli più adeguati.

Un pensiero riguardo “Istituito nuovamente il Parco dei Monti Sicani

  • 9 Gennaio 2015 in 11:02
    Permalink

    Si condivide il pensiero di Legambiente in merito alla trasparenza e competenza necessaria per incarichi simili ma mi chiedo e Vi chiedo quanta trasparenza c’è nell’assegnazione degli incarichi che le “associazioni ambientaliste”, tutte, hanno nel dare incarichi di direttore di riserva e/o operatore? Loro per conto della Regione gestiscono beni pubblici ma le nomine degli occupati per la relativa gestione è sempre alquanto riservata e non pubblica.

I commenti sono chiusi