Parco dei Monti Sicani, cinque giorni per mettersi in mostra

Dal 26 al 30 Settembre 2018 il Parco dei Monti Sicani si mette in mostra attraverso una cinque giorni piena di attività culturali, turistiche e musicali.
Un evento che non ha alcun precedente, organizzato dal Parco, dalla Rete degli Operatori dei Monti Sicani, dal GAL e da tutti i comuni del territorio, appuntamento che ha come obiettivo quello di stimolare la riscoperta dell’identità sicana, il senso di appartenenza, ma soprattutto divulgare a tutta la popolazione il valore del Parco in termini di valenza socio-economico ma anche di attrazione turistica e culturale.
L’occasione è anche buona per i tanti turisti che si riverseranno nel territorio sicano per apprezzare le bellezze ambientali, artistiche, storiche ma anche gastronomiche.
Il Parco dei Monti Sicani è stato istituito ai sensi delle leggi regionali n. 98 e n. 14 rispettivamente del 6 maggio 1981 e 9 agosto 1988 e successive modifiche e integrazioni (Norme per l’istituzione in Sicilia di Parchi e Riserve naturali) e con Decreto dell’Assessore Regionale del Territorio e dell’Ambiente del 25.7.2012 pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 40 del 21.9.2012.
La sua superficie è di 43.687,37 ettari, ricadente nei territori dei Comuni di Castronovo di Sicilia, Chiusa Sclafani, Contessa Entellina, Giuliana, Palazzo Adriano, Prizzi, in provincia di Palermo, e di Bivona, Burgio, Cammarata, Sambuca di Sicilia, San Giovanni Gemini, Santo Stefano Quisquina, in provincia di Agrigento.
Il Parco dei Monti Sicani è una vasta area a cavallo tra le province di Palermo ed Agrigento. Un territorio che costituisce il “cuore” di quello che alcuni millenni fa è stato l’ultimo regno sicano impostosi per diversi secoli nella storia dell’Isola.
In quest’area selvaggia ed incontaminata, tra rupi, boschi e vallate che fungono da corollario ai percorsi sinuosi dei fiumi Sosio, Magazzolo e Platani, il Parco dei Monti Sicani si è caratterizzato da cime che superano i mille metri di altezza, da formazioni geologiche risalenti al Permiano (ultimo periodo dell’Era Paleozoica), da risorse idriche multiformi e da un’agricoltura in grado di incidere in maniera significativa sui paesaggi vegetazionali.
La presenza così evidente di questo interesse naturalistico e la testimonianza del forte attaccamento ambientale manifestato dall’uomo per la conservazione di un ecosistema così prezioso e delicato.
Il Programma delle “Giornate del Parco
Mercoledì 26. Burgio (AG)
Ore 9:30, Hotel Tenuta “Le Querce”, “Il Parco incontra le scuole del territorio”: progetti e atti concreti di collaborazione.
Nel corso della mattinata “Borsino del Turismo Scolastico” (a cura della Rete degli Operatori dei Monti Sicani)
Ore 15:00 Visita guidata del Centro storico di Burgio.

Giovedì 27, Santo Stefano Quisquina (AG) e Castronovo di Sicilia (PA)
Ore 9:00 Eremo di S. Rosalia alla Quisquina, Partenza dell’Equitrekking Rosaliæ (organizzata dall’Associazione Country Club Sicani),
Ore 10:00 Bosco della Quisquina attività con le scuole (a cura dell’AIGAE, Associazione Italiana Guide Ambientali Escursioniste).
Ore 13:00 Agriturismo Casale di Riena: “I sapori del Parco”, eccellenze enogastronomiche dei Comuni dell’Area del Parco.
Ore 17:30 Auditorium di Castronovo di Sicilia: Convegno “Il Futuro del Passato del territorio di Castronovo”
Venerdì 28, Bivona (AG)
Ore 11:00 Aula Magna dell’I.I.S.S. “L. Pirandello” incontro con gli studenti: “il Parco, i suoi prodotti, il turismo e le opportunità di lavoro”.
Sabato 29, Palazzo Adriano (PA) e Giuliana (PA)
Ore 9:30, A Palazzo Adriano, Sala Antica del Municipio, Tavola Rotonda “Le rilevanze geologiche d’interesse internazionale ”.
Nel corso della mattinata:
– firma del protocollo d’intesa Ente Parco-Rete degli Operatori dei Monti Sicani.
– “Il ciclo dell’acqua nei Monti Sicani” a cura della società Nestlè-Santa Rosalia.
Ore 10:00 a Filaga (Prizzi) escursione nel cuore del Parco: “Pizzo Potorno e valle Monte Scuro” (a cura dell’AIGAE, Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche); per info Pierangelo 320 7297951
Ore 15:00 a Palazzo Adriano (PA), escursione alla pietra di Salamone (emergenza geopalentologica periodo del Permiano) e visita del centro storico.
Ore 21:00 A Giuliana (PA), Terrazza del Castello Federiciano, “Vibrazioni Sicane”, Concerto a cura della Scuola di Musica “G. Lo Nigro” di Bivona,

Domenica 30, Palermo e Santo Stefano Quisquina
Ore 9:30 a Cammarata, “Escursione per piccoli esploratori a Monte Cammarata” (a cura dell’AIGAE, Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche); per info Adriano 347 1969344.
A Palermo, “Il Parco approda in città”: arrivo dei Cavalieri dell’Itinerarium Rosaliae e conclusione dell’equitrekking al Santuario di Monte Pellegrino.
Nel Bosco della Quisquina “Giornata per la custodia del Creato”, Pellegrinaggio dell’OFS (Ordine Francescano Secolare di Sicilia).
Ore 12:00 S. Messa di ringraziamento.
Ore 13:00 liberazione rapaci del Centro recupero di Ficuzza.
Ore 14:00 i sapori antichi del Parco: degustazione di ricotta sicana, pane e pasta di grani antichi sicani.