Milazzo, studenti vincono il premio nazionale con start up per la copertura delle coltivazioni

I cambiamenti climatici impongono scelte produttive adeguate e per questo le soluzioni innovative vanno potenziate e supportate. Lo rileva Coldiretti Sicilia che plaude alla vittoria nazionale della start up creata dal team della classe 3A indirizzo elettronica ed elettrotecnica dell’Istituto Majorana di Milazzo. Gli studenti hanno ottenuto il primo posto nell’ambito di “Impresa in azione”, il programma didattico di Junior Achievement, l’organizzazione no profit dedicata all’educazione economico-imprenditoriale nella scuola.

La struttura vincitrice della start up Green Savers JA è stata battezzata “Aps 2.0” ed è capace di proteggere le coltivazioni adattandosi alle diverse condizioni climatiche. Mediante una scheda a microcontrollore, dei sensori e due teli protettivi motorizzati, Aps 2.0 sceglie autonomamente il tipo di protezione da offrire alle coltivazioni, proteggendole in ogni momento da eccessivo irraggiamento solare, pioggia, grandine, gelo e vento. Aps 2.0 – spiega il professor Giuseppe Bucca referente per l’alternanza scuola-lavoro – interviene solo in caso di condizioni meteorologiche avverse, garantendo alle coltivazioni di potersi sviluppare all’ aria aperta in caso di condizioni meteorologiche “normali”. È anche prevista la possibilità di alimentazione elettrica della struttura mediante pannelli fotovoltaici, il controllo da remoto mediante connessione internet e l’interazione autonoma tra APS 2.0 e siti specializzati nel fornire dati relativi alle previsioni meteorologiche.

Vinto il primo posto nazionale adesso si attende la fase europea con la finale a Lisbona. Gli studenti sono stati seguiti dal professor Stefano Gitto.

La prova del sistema ideato sarà provato in un campo – rileva Coldiretti Sicilia – perché la salvaguardia delle coltivazioni dagli agenti atmosferici è determinante quindi ben vengano le innovazioni soprattutto dalla scuola.