Psr Sicilia 2014-20, arriva “l’ultima chiamata”

“Psr Sicilia 2014-20 – ultima chiamata”. E’ questo l’oggetto della nota mandata “at Urbi et Orbi” dal Direttore Generale del Dipartimento Generale dell’Agricoltura Dario Cartabellotta, con la quale comunica la conclusione della programmazione del PSR Sicilia 2014-20 per la data del 31 dicembre 2020.

La nota informa anche che verrà adottata la regola dell’n+3 per evitare il disimpegno automatico delle somme relative al 2020, dalla data odierna al 31/12/2020 dovranno ancora essere erogati circa 149 milioni di euro di spesa pubblica, che equivalgono ad oltre 90,5 milioni di euro di quota FEASR .

Per Cartabellotta: “In questo quadro dinamico e ancora non definito sul piano delle certezze legislative e giuridiche, nell’ottica di scongiurare il rischio di disimpegno delle risorse, anche in considerazione del difficile momento di congiuntura economica dovuta alla Pandemia COVID 19, si colloca la necessità di completare improrogabilmente entro il 31 dicembre 2020:
– i decreti di concessione ai beneficiari utilmente inseriti in graduatorie definitive approvate fino all’ammontare della dotazione finanziaria prevista/rimodulata;
– le domande di pagamento (anticipo/SAL/SALDO) di tutte le misure strutturali.

Al 31 dicembre 2020 saranno decaduti automaticamente da ogni diritto e beneficio e senza ulteriore comunicazione i beneficiari utilmente collocati nelle graduatorie che non hanno prodotto la documentazione necessaria in istruttoria per l’emissione del decreto di concessione, salvo i casi di procedimenti con tempistica ancora in corso e/o dimostrazione di impossibilità oggettiva di adempiere da parte dei beneficiari stessi.

Inoltre gli IPA dovranno procedere all’avvio dei procedimenti di revoca dei decreti di concessione nei confronti dei beneficiari che dopo 6 mesi dal decreto (9 mesi nel caso della Sottomisura 6.1 – Giovani agricoltori), non hanno richiesto anticipo, nè presentato SAL, nè realizzato comportamenti concludenti che manifestano la chiara e inequivocabile intenzione di procedere con l’investimento.

In tal modo sarà possibile scorrere le graduatorie ed evitare che le risorse del Psr Sicilia rimangano immobilizzate all’interno di decreti e progetti che i beneficiari non realizzeranno determinando una pessima utilizzazione delle risorse comunitarie.

La nota invita inoltre tutti i responsabili delle varie Misure ad approvare le graduatorie definitive, chiudere tutte le istruttorie ed emettere i decreti di concessione.