Tutte le sezioni

Bando Isi Agricoltura Inail, pubblicati gli elenchi provvisori: invio documenti entro il 15 marzo

Sono stati pubblicati gli elenchi cronologici provvisori delle domande di partecipazione al Bando Isi Agricoltura Inail 2019-2020. La pubblicazione degli elenchi fa seguito alla sessione telematica di invio delle domande di partecipazione, attivata il 28 gennaio scorso e svoltasi regolarmente, a cui hanno partecipato circa settemila utenti.

Entro il 15 marzo l’invio degli altri documenti, a metà aprile la pubblicazione degli elenchi definitivi. A partire dal 12 febbraio è scattata la fase prevista dall’avviso. Per le imprese che hanno inviato la domanda e che risultano collocate in posizione utile ai fini dell’ammissibilità al finanziamento previsto dal Bando Isi Agricoltura Inail, la scadenza è fissata al 15 marzo. Entro questa data dovranno trasmettere, con il caricamento sul sito dell’Istituto, il modulo di domanda (Modulo A), la perizia asseverata (Modulo B) e la ulteriore documentazione di convalida e completamento prevista per la tipologia specifica di progetto, così come indicato nell’allegato tecnico. La pubblicazione degli elenchi cronologici definitivi è prevista entro il 15 aprile 2021. Tutte le informazioni su modalità di partecipazione e scadenze sono disponibili, sul sito Inail, alla pagina dedicata al Bando Isi Agricoltura Inail 2019-2020 (dove si trovano anche gli elenchi provvisori).

Gli elenchi sono suddivisi per asse di riferimento e territorio. Gli elenchi cronologici provvisori sono ordinati secondo l’orario di ricezione delle domande e sono suddivisi per asse di finanziamento e per circoscrizione territoriale (Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano). All’interno di ciascun singolo elenco, è possibile leggere i riferimenti delle imprese partecipanti e la loro classificazione. I progetti ammessi al finanziamento sono contrassegnati dalla lettera S, mentre la lettera N indica le domande risultate non ammissibili per carenza di fondi.

Dal Bando Isi Agricoltura incentivi per l’utilizzo di macchine più sicure e meno inquinanti. Con il Bando Isi Agricoltura 2019-2020, lanciato a luglio scorso, l’Inail mette a disposizione 65 milioni di euro a fondo perduto per migliorare i livelli di salute e sicurezza nelle micro e piccole imprese agricole, tramite l’acquisto, o il noleggio con patto di acquisto, di trattori e macchinari più sicuri e meno inquinanti. I fondi sono ripartiti in budget regionali e suddivisi in due assi di finanziamento. A beneficiare del primo asse (53 milioni di euro) sono le micro e piccole imprese nel loro insieme, che operano nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli. L’importo del secondo asse (12 milioni) è destinato invece ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria. Per ogni progetto ammesso al finanziamento, il contributo in conto capitale, calcolato sulle spese sostenute al netto dell’Iva, è pari al 40% nel primo asse, e al 50% nel secondo, per un importo compreso tra un minimo di mille e un massimo di 60mila euro.