Tutte le sezioni

Censimento agricoltura, Sicilia indietro ma si prova ad accelerare

La Sicilia è ancora indietro nelle rilevazioni previste dal Censimento Generale dell’Agricoltura 2020, ma sono state avviate delle azioni per accelerare la raccolta dei dati. E’ quanto emerso nel corso di una conferenza stampa congiunta alla quale hanno partecipato il vicepresidente della Regione Siciliana ed assessore all’Economia, Gaetano Armao, e l’assessore regionale all’Agricoltura, Toni Scilla. Erano presenti anche Serafino Gullo di Caa Agriservizi, Sergio Vallone di Caa Coldiretti, Natale Mascellino Caa Agri, Andrea Randazzo del Ca Confagricoltura.

Le misure intraprese per sostenere questo importante appuntamento per l’economia agricola siciliana, a partire da quelle di rilevamento e caricamento dei dati nel Sistema di Gestione dell’Indagine (SGI) vedono impegnate la Regione siciliana e l’ISTAT nella raccolta dei dati per la quale si avvicina la scadenza dei termini di rilevazione, fissata per il prossimo 30 luglio.

L’agricoltura siciliana è il 10% del totale nazionale

L’agricoltura siciliana rappresenta circa il 10% del totale dell’agricoltura nazionale, raggiungendo quasi il 20% se si considera l’agroindustria. Le stime, calcolate secondo i rilevamenti registrati ad oggi, per gli anni 2020 e 2021 vedono il Valore Aggiunto del settore agricolo in Sicilia attestarsi, rispettivamente, intorno ai € 3.222,9 mln e € 3.334,0 mln ovvero circa il 4,3% del Valore Aggiunto totale dell’Economia siciliana.

Armao: “Dati essenziali per le future politiche agricole”

“I dati del Censimento generale nel settore agricolo – ha evidenziato il Vicepresidente ed Assessore all’Economia Gaetano Armao – sono essenziali nella definizione delle future politiche agricole della nostra isola. Stiamo pertanto imprimendo un’accelerazione alle procedure finali di rilevazione e caricamento dei dati sulla piattaforma SGI, in scadenza a fine mese, con l’obiettivo di ricavare una fotografia aggiornata ed il più possibile aderente al contributo reso dal settore primario all’intera economia dell’Isola. Guardando anche ai tanti giovani siciliani che stanno investendo il loro futuro in agricoltura”.

Censimento agricoltura, Scilla: “Caa determinanti”

“La rilevazione dei dati delle imprese agricole – ha sottolineato l’Assessore all’Agricoltura, Antonino Scilla – è un elemento programmatorio essenziale ai fini delle diverse iniziative che l’assessorato deve porre in essere, per questo è fondamentale il contributo di ogni azienda. Determinante diventa adesso l’azione dei Centri Agricoli di Assistenza nel completamento della indagine”.

L’importanza del Censimento dell’Agricoltura

Il Censimento generale dell’Agricoltura rappresenta un fondamentale adempimento per la conoscenza della morfologia del sistema economico agricolo siciliano e costituisce una importante base informativa a beneficio delle future politiche agricole. Progettato seguendo le disposizioni del Regolamento (UE) 2018/1091 il censimento fornisce la base di conoscenze statistiche indispensabile per progettare, attuare, monitorare, valutare e rivedere le politiche pertinenti (PAC), includendo le misure di sviluppo rurale, così come le politiche dell’Unione incentrate sull’ambiente. La rilevazione di dati statistici, iniziate il 7 gennaio, concernenti in particolare la struttura delle aziende agricole, mira, tra gli altri obiettivi, a far sì che il processo decisionale disponga di dati aggiornati in vista delle future riforme della PAC.