Eurotrainer  

Le novità di Tasca d’Almerita al Vinitaly

Tasca d’Almerita si presenta al 47° VINITALY ( Verona, 7-10 Aprile) con uno stand sostenibile, verde, interamente in legno, in gran parte ricavato dai pallet riciclati (Padiglione 2 Sicilia, Stand 80E-85F). Molte novità e un forte messaggio di evoluzione della propria visione verso un’enologia consapevole e sostenibile, nel pieno rispetto della secolare storia della famiglia Tasca, ambasciatrice nel mondo del Made Of Sicily.

 

Il  nuovo brand TASCA è stato rinnovato ed alleggerito da alcuni elementi decorativi, focalizzando il messaggio sulla forza del nome di famiglia e mantenendo l’impatto iconografico del Sole e del Leone, per esprimere una precisa idea di “evoluzione per sottrazione”: essenziale, consistente, integra. La forza evocativa del nome di famiglia al centro della nuova immagine.

 

Al VINITALY verrà presentata la nuova linea dei MONOVITIGNI autoctoni, espressione pura di “sicilitudine”  e della capacità agricola della Tenuta REGALEALI, casa e cuore dell’ azienda, e delle altre tenute Tasca diffuse sull’isola,  dalla Tenuta  TASCANTE sull’Etna alla Tenuta CAPOFARO a Salina.

 

Insieme con Lamuri, Nero d’Avola d’alta collina della tenuta di Regaleali ecco il Grillo “Cavallo delle fate” [anticamente quando entrava in casa un grillo  si diceva annunciasse lieti eventi] ed il Catarratto senza solfiti aggiunti, “Antisa” [il primo suono del mattino].

 

Dalla Tenuta sull’Etna, alla “Buonora” arriva il Carricante, varietà ancora da riscoprire e valorizzare. La nostra è un’ interpretazione territoriale, che si aggiunge al Nerello mascalese delle due contrade.

A Salina, dove il vitigno Malvasia vive dal 500 a. C. ci siamo confrontati con la sua varietà “secca” per un vino che esprima il territorio nella sua essenza, “Didyme”, antico nome indicante le 2 montagne gemelle, antichi vulcani spenti, di Salina

 

SOSTENIBILITA’

Tasca è azienda pilota di “SOStain”, un progetto nato per aiutare le aziende a sviluppare le produzioni vitivinicole con un ridotto impatto ambientale utilizzando al meglio le risorse presenti.  La sostenibilità è sempre di più parte integrante della vision di Tasca che, insieme con un gruppo di  giovani ricercatori dell’Università Cattolica di Piacenza, ha  intrapreso un percorso graduale capace di incrementare la sostenibilità complessiva dell’azienda. L’azienda, inoltre, è una delle nove aziende pilota del progetto del ministero dell’Ambiente “VIVA Sustainable wine” per la valutazione dell’impronta ambientale  con l’obiettivo di recuperare l’eco-sostenibilità della produzione agricola partendo dalla sua più importante coltura nazionale, la vite, certificando la qualità ambientale della filiera vitivinicola con un marchio garantito.  Senza rispetto dei luoghi non si costruisce niente. Per questo Tasca si impegna nel lasciare un’impronta positiva sulla terra che lavora.

 

L’assessorato Risorse agricole e alimentari della Regione Sicilia, con il coordinamento scientifico di Attilio Scienza dell’Università di Milano, ha avviato alcuni anni fa un progetto per la rivalutazione delle varietà autoctone siciliane, e in particolare per la selezione di cloni/biotipi delle varietà attualmente coltivate e l’individuazione e il recupero di vecchie varietà in estinzione. Così, tre anni fa, la Tenuta Regaleali è stata scelta come campo sperimentale con una collezione di  biotipi diversi di 13 varietà autoctone siciliane, più 11 vecchie “varietà in via di estinzione” recuperate.

IL GRILLO, IL CONIGLIO E LA LUMACA: a Mozia la natura gioca la sua partita.

A Mozia, l’isola museo fenicia in provincia di Trapani, dove la Fondazione Whitaker è proprietaria e cura il vigneto, Tasca d’Almerita si confronta con la varietà Grillo in un ecosistema unico. La stagione particolarmente siccitosa ha spinto i conigli selvatici presenti sull’isola, per sopravvivere, ad attaccare i germogli e le radici dei 6 ettari vitati  compromettendo irreparabilmente la produzione e danneggiando la pianta. La lentezza della burocrazia, nel trovare una soluzione, ha fatto il resto. Questa annata il “Grillo di Mozia” Tasca –Whitaker non sarà disponibile.

OPERA WINE – Vinitaly & Wine Spectator per Finest Italian Wines: 100 Great Wineries for 2013

Anche per questa  seconda edizione di OPERA WINE, Tasca d’Almerita è stata selezionata per l’ esclusivo  tasting dedicato alle  100 Great Wineries for 2013 , con il ROSSO DEL CONTE 2008

NATURA IN TASCA

Un “Viaggio in Sicilia”, tra odori, colori saperi e sapori antichi. www.naturaintasca.it, un gruppo di agricoltori appassionati selezionati dalla famiglia Tasca d’Almerita per condividere il progetto di recupero di eccellenze gastronomiche lavorate secondo tradizione. Sono prodotti che narrano la storia e la diversità di un territorio, frutto di passione e di impegno, da scoprire e condividere in rete. L’offerta mette insieme tante categorie di prodotti, ognuna tassello del grande mosaico dell’agricoltura isolana. Un modello virtuoso di collaborazione e sinergia tra culture e territori diversi.