Eurotrainer  

Ezechia Reale è il nuovo assessore all’Agricoltura

paolo-ezechia-realeAlla fine l’ha spuntata Ezechia Reale: è lui il nuovo assessore regionale all’Agricoltura, indicato a Crocetta da Articolo 4.La Valenti è stata in bilico fino alla fine, ma secondo Crocetta “non aveva senso spostarla all’Agricoltura visto il buon lavoro svolto alla Funzione pubblica”. Così uno degli assessorati più ambiti va al partito di Leanza e Sammartino.

Come evidenzia Milano Finanza Sicilia in un articolo pubblicato ieri, l’assessorato all’Agricoltura è molto ambito perché, come dice Antonello Cracolici, deputato del Pd, “nel bilancio regionale non c’è un euro per l’agricoltura, tutto passa dai fondi europei, i deputati e il parlamento neanche sanno dove stanno qui fondi”. Cioè tutta la grandissima disponibilità finanziaria è nelle mani dell’assessorato e del suo staff.

Ma nell’articolo di Milano Finanza viene rilevata una questione di non poco conto: “Se le ambizioni della politica potrebbero pure avere voce in capitolo, queste dovrebbero fermarsi di fronte alla scommessa che la nuova programmazione rappresenta per la Sicilia. Due miliardi di euro che toccano all’Isola mentre è nella fase di chiusura il precedente piano con il tentativo di fare scorrere le graduatorie già compilate e non finanziate per progetti che non erano coperti. Ecco perchè in questo momento come mai è necessaria una continuità nella guida dell’assessorato”. E le associazioni agricole sono tornate a chiederlo in una seconda lettera.

 

La scheda – Chi è Paolo Ezechia Reale (dal suo sito web www.ezechiapaoloreale.it)

Sono nato a Siracusa nel 1960. Sposato dal 1988, ho tre figli. Svolgo l’attività di avvocato cassazionista a Siracusa, dove sono Segretario Generale dell’ISISC, Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali. Ho frequentato la scuola elementare di Ortigia e la media “Paolo Orsi”. Il 1978 è l’anno della maturità classica al Liceo “T. Gargallo” di Siracusa e il 1983 quello della laurea in Giurisprudenza, all’Università di Catania.
Fui contento quando alla mia tesi venne assegnato il Premio “Pier Luigi Romano” dall’Ordine degli Avvocati di Siracusa, lo considerai di buon auspicio perché, proprio come è nello spirito di un giurista, con senso di responsabilità, serietà e assoluta indipendenza avrei condotto la mia professione. E così, posso dire, sia stato fino adesso, dal momento che ho sempre saputo scindere la mia passione e il mio coinvolgimento nella politica dal mio lavoro.
Ho svolto il servizio obbligatorio di leva nell’aprile del 1983 nella Marina Militare, 69° Corso per Allievi Ufficiali Laureati (Sezione Commissariato) dell’Accademia Navale di Livorno, ottenendo i gradi di ufficiale (Guardiamarina). Nel 1985 il congedo ordinario e l’iscrizione nell’elenco degli ufficiali della riserva con il grado di Sottotenente di Vascello. L’esperienza militare l’ho sempre considerata importante, perché in quegli anni ho potuto guardare alla vita, alla mia vita, con sguardo diverso.
Nell’aprile del 1985, superato l’esame di abilitazione alla professione di avvocato, comincio ad esercitarla presso lo Studio Legale Sallicano & Reale di Siracusa, del quale oggi sono contitolare.
Nel 1988 il Consiglio Superiore della Magistratura mi nomina Magistrato Onorario per un periodo di 3 anni, poi rinnovato nel 1991 per altri tre. Con tale carica, ho svolto l’attività di Vice Pretore Onorario presso la Pretura ed il Tribunale di Siracusa.
Nel giugno del 1997 ho conseguito l’abilitazione alla difesa avanti la Corte di Cassazione ed alle altre Magistrature Superiori.
Nel dicembre del 2008 vengo ammesso all’Albo degli avvocati abilitati alla difesa avanti la Corte Penale Internazionale.