Pac 2017 e pagamenti Agea: cosa cambia

Pac 2017, si cambia. Sostanzialmente si attendono delle modifiche alle percentuali dei pagamenti, anche se di pochi punti, e riguarderanno sia quelle di base che a quelle del greenig; il pagamento accoppiato aumenta di un punto percentuale e passa dall’11 al 12 %, mentre il pagamento di base scende dal 58 al 57%.

Queste variazioni si spera che non possano influire sui ritardi dei pagamenti da parte di AGEA, problema gravissimo che danneggia l’intero settore. La tempistica dei pagamenti dovrebbe essere rivista e assicurata annualmente, poiché il ritardo incide notevolmente sull’andamento dei prezzi sia delle derrate che della vendita dei prodotti.

Tra le novità del 2017 è previsto che il mancato rispetto del greening, oltre a far perdere il pagamento verde, va a intaccare anche gli altri pagamenti. E non di poco: è infatti prevista una riduzione del 20 per cento nel 2017 e del 25 per cento nel 2018.

Tre impegni per il Greening:
• la diversificazione colturale;
• il mantenimento dei prati e pascoli permanenti;
• il mantenimento delle cosiddette aree di interesse eco¬logico (Efa: ecological focus area), che devono occupare il 5 per cento della superficie destinata ai se¬minativi.

Quanto a quest’ultimo, ricordiamo che si tratta di un impegno obbligatorio per le aziende che hanno una superficie a seminativo superiore ai 15 ettari. Fino al 2016, il mancato rispetto del greening comportava l’applicazione di sanzioni amministrative che prevedevano una riduzione del pagamento verde fino al 100 per cento, a seconda della gravità.

Con il 2017, le sanzioni diventano maggiormente punitive poiché, come si diceva, vanno a colpire anche gli altri pagamenti. Ricordiamo che il greening spetta di ufficio alle aziende che hanno scelto l’orientamento bio e anche agli imprenditori che aderiscono al regime semplificato per i piccoli agricoltori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *