Eurotrainer  

Il Made in Sicily a Stoccolma e Copenaghen

Dopo il successo ottenuto ad Oslo, anche Stoccolma e Copenaghen, si preparano ad accogliere il Wine of Sicily Tasting, promosso dall’IRVOS a sostegno dell’export del vino siciliano di qualità e che, in meno di un mese, sta coinvolgendo le più importanti città scandinave. Con un fitto programma di incontri, seminari e degustazioni, Michele Shah – consulente per il programma di internazionalizzazione dell’Ente – intende sviluppare “un’azione di promozione e conoscenza delle migliori produzioni della Sicilia ad una platea selezionata di buyer, operatori, giornalisti e winelovers”, il 26 febbraio all’Hotel Hilton Slussen di Stoccolma per poi spostarsi a Copenaghen, il 28 febbraio, presso il Radisson Blu Royal Hotel.

In entrambe le tappe due seminari per approfondire e conoscere meglio la realtà vitivinicola siciliana: il primo incontro sarà dedicato al Nero d’Avola, ambasciatore e principe del rinascimento enologico della Sicilia nel mondo, e alle mille sfaccettature che questo assume nelle diverse zone di produzione dell’isola sia nella versione in purezza che in blend con altri vitigni. Il secondo seminario tratterà invece la ricchezza della produzione vinicola, dal Viognier al Perricone, e dei territori, una complessità ampelografica tale da potere definire la Sicilia come un continente. Una terra unica e irripetibile dove vitigni internazionali e varietà autoctone trovano, nella stessa misura, il luogo ideale per esprimersi al massimo.

I seminari saranno guidati dal giornalista danese, di stanza a Stoccolma, Thomas Ilkjaer, autore di numerosi contributi sul vino italiano nella stampa di settore dei principali paesi scandinavi (Danimarca, Norvegia e Svezia). Numerosi i riconoscimenti collezionati nella sua carriera: il “Premio della Promozione Italiana” nel 2011, conferitogli  dall’ambasciata italiana a Copenaghen per la lunga attività di promozione dei vini italiani in Danimarca, finalista al premio Gran Cru d’Italia come “The Best Young Foreing Journalist” per il 2008 e “Gran Maestro del Vino Italiano” nel 1997. Ai seminari seguiranno le degustazioni riservate agli operatori del settore, alla stampa, agli importatori e ai distributori e nella capitale danese ci sarà spazio anche per un walkaround tasting dedicato ai consumatori, in modo da potere avere un confronto diretto con i gusti e le aspettative del pubblico scandinavo.

“Anche nei Paesi del Nord Europa, la nostra cultura eno-gastronomica continua a generare attenzione e coinvolgimento da parte di consumatori informati – spiega Lucio Monte, responsabile dell’area tecnico-scientifica dell’IRVOS della Regione Siciliana – il nostro potenziale di crescita in questi mercati è più che significativo e dobbiamo saper investire al meglio risorse e investimenti. Noi siamo con le aziende, piccole e grandi che siano, purché si impegnino con qualità dei prodotti ed organizzazione imprenditoriale concentrata sull’export del vino siciliano. Abbiamo fatto molta strada ma, ancora, dobbiamo farne per raggiungere un dato soddisfacente. Negli ultimi tre anni – conclude Monte – il nostro export e più che raddoppiato. Questo ci conferma il valore di una strategia di internazionalizzazione condivisa e fatta propria dal tessuto produttivo della nostra isola”.

Le aziende presenti alla prima tappa di Stoccolma, il 26 febbraio, saranno: Barone Montalto, Benanti, Brugnano, Cantine de Gregorio, Caruso&Minini, Castellucci Miano, Curto, Donna di Coppe,  Duca di Salaparuta, Feudo Rudinì, Limonio, Maurigi,  Azienda Agricola Montalbano, Nicosia, Azienda Agricola Paolo Cali’, Planeta, Azienda Vinicola Puleo, Settesoli, Spadafora, Azienda Agricola Vasari, Valle dell’Acate, Viticultori Associati Canicattì.

Il 28 febbraio, a Copenaghen, le aziende che rappresenteranno l’eccellenza vitivinicola siciliana saranno: Alagna, Barone Montalto, Benanti, Brugnano, Cantine de Gregorio, Caruso&Minini, Castellucci Miano, Curto, Donna di Coppe, Feudo Rudinì, Florio, Limonio, Morgante, Maurigi, Azienda Agricola Paolo Calì, Passopisciaro, Azienda Agricola Puleo, Planeta, Settesoli, Spadafora, Tenuta Scilio, Terre Nere, Azienda Agricola Vasari, Viticultori Associati Canicattì.