Eurotrainer  

Crisi del comparto in commissione all’Ars

La crisi dell’agricoltura siciliana e le difficoltà di accesso al credito saranno al centro di una seduta della terza commissione attività produttive dell’assemblea regionale siciliana il prossimo martedì. L’incontro, richiesto dalle associazioni di categoria che lamentano crollo di prezzi e di consumi specie per quanto riguarda i prodottidi eccellenza, era in programma la scorsa settimana ma è saltato per motivi di salute del presidente della commissione, il deputato del Pd Bruno Marziano.

Una “deflazione shock” come è stata definita dagli esponenti nazionali che hanno elaborato alcuni dati su base Istat. I prezzi delle verdure sono crollati del 12,2%  e quelli della frutta dell’8,9%, se calano anche del 9,1% le quotazioni dei cereali e del 3,7% quelle dell’olio di oliva. Mentre i consumi sono tornati ai livelli del 1981: una riduzione costante, registrano le statistiche, iniziata nel 2006 e che non si è mai fermata.

All’audizione di saranno presenti il consorzio di tutela “Igp pomodoro di Pachino”, l’Associazione di tutela dei prodotti tipici di Pachino e la Filiera agroalimentare di Pachino e Portopalo, che hanno chiesto al governo regionale di far fronte alla situazione di crisi con un forte intervento per ottenere una proroga delle rate di credito agrario di esercizio e di miglioramento, scadute o in scadenza entro il 31 dicembre 2014. Ed anche l’emanazione del quarto bando gestito dalla Crias. Prenderanno parte all’audizione gli assessori regionali alle Risorse agricole, Ezechia Paolo Reale, e alle Attività produttive, Linda Vancheri, il sindaco di Pachino, Roberto Bruno, Rosaria Barresi, dirigente generale dipartimento regionale dell’Agricoltura, Filippo Nasca, commissario straordinario Crias, Antonio Carullo, presidente Ircac, Sebastiano Barone, presidente Associazione Tutela prodotti tipici di Pachino, Salvatore Chiaramida, direttore consorzio tutela Igp pomodoro di Pachino, Sebastiano Dipietro, presidente della filiera agroalimentare Pachino-Portopalo, il direttore Crias Lorenza Giardina e il direttore Ircac. “Il comparto agricolo”, ha spiegato Marziano anticipando i contenuti del suo intervento in commissione, “avrà tutto il supporto necessario da parte della Terza commissione poichè rappresenta uno dei cardini dell’economia siciliana e, soprattutto, assume un ruolo ancor più fondamentale in una zona in cui si produce unodel prodotti di eccellenza che tutto il mondo invidia all’Italia: il pomodoro di Pachino Igp”.

Inoltre, è prevista una successiva audizione per il pacchetto integrato di filiera “La Mandorla della Val di Noto”, a cui prenderanno parte Reale, Vancheri, Barresi, Luigi Meli, il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, il sindaco di Avola, Luca Cannata, il sindaco di Palazzolo, Carlo Scibetta, ed il commissario straordinario di Rosolini Filippo Gagliano.  “Bisogna dare alla mandorla”, aggiunge Marziano, “l’adeguata considerazione, cosa che sino ad ora non è avvenuta. Mi auguro che il confronto in commissione possa aiutare a superare questi ostacoli e possano essere trovate le soluzione per mettere in piedi una proposta utile ai fini dello sviluppo economico”.