All’azienda Gigliotto di Piazza Armerina il premio “arte del gusto”

Cristina ed Elio SavocaE’ stata l’azienda Gigliotto Tenute nell’agro di Piazza Armerina, in provincia di Enna, a ricevere sabato 13 dicembre presso la splendida cornice della Sala degli Specchi del Circolo della Stampa di Milano, l’ambito riconoscimento “Arte del Gusto” nell’ambito del prestigioso “Premio delle Arti e della Cultura”. La manifestazione, giunta alla XXVI edizione, e’ ormai un’ istituzione di vasto respiro culturale, capace ancora di indicare e campionare al pubblico internazionale nomi di artisti, intellettuali e professionisti di sicura professionalità e competenza, come d’altronde è stato nelle precedenti edizioni. L’ambito riconoscimento va a puntare il dito, annualmente, non solo su nomi di chiara fama nell’ambito delle Arti in genere, ma mette in risalto anche giovani eccellenze che si aprono a un futuro ricco di speranze.

La Giuria internazionale, composta da sei giurati e presieduta dall’illustre Storico dell’Arte Moderna e Contemporanea, Prof. Carlo Franza, intellettuale di chiara fama, attraverso più sessioni di lavoro ha proceduto anche quest’anno alla rosa dei vincitori. “ Elio Savoca, si legge nella motivazione del premio-si è distinto con lode a motivo dei suoi vini d’inconfondibile portata il cui marchio si apparenta così tra i grandi loghi internazionali per la cultura della valorizzazione del prodotto, per la tradizione di antica casata e per l’inconfondibile aspetto dei suoi vini che unitamente ad amabilità, corpo, gusto e persistenza danno prova d’essere vera eccellenza nel mondo”. A ritirare il premio, Elio Savoca e la figlia Cristina. Elio Savoca da quest’anno è alla guida del Movimento del Turismo del Vino della Sicilia. “Sono particolarmente orgoglioso e felice- dice Savoca-ma sento anche una maggiore responsabilità per continuare a valorizzare, sempre nel segno della qualità, il patrimonio di biodiversità enologica della mia terra”.