Eurotrainer  

Eurocarne 2015: a Veronafiere la carne diventa spettacolo

Show cooking con i protagonisti dei talent televisivi di successo, corsi di taglio di prosciutto secondo la tradizione dei “cortador” spagnoli, degustazioni comparate e analisi sensoriali della carne della “Meat Experience”. E ancora un concorso nazionale che premia le quote rosa dietro al bancone della macellaria e uno dedicato ai giovani macellai di domani, “Junior gastromeat”.

Sono solo alcune delle iniziative in programma alla 26ª edizione di Eurocarne, il salone internazionale sulla filiera delle carni che Veronafiere organizza da domenica 10 al mercoledì 13 maggio (www.eurocarne.it). L’obiettivo della manifestazione è rilanciare i consumi, in favore di un compartom, quello carneo, che in Italia vale oltre 32 miliardi di fatturato, tra parte industriale e zootecnica, e dà lavoro a oltre 180mila persone. «Per questo – ha spiegato il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, in conferenza stampa questa mattina – è prioritario riscoprire e diffondere una vera cultura della carne, che dall’allevamento alla tavola è fatta di tradizioni e innovazione costante. Per apprezzare e valorizzare questo prodotto bisogna conoscerlo e servono figure professionali, in macelleria come nei banchi della Gdo o nei ristoranti, in grado di soddisfare un consumatore sempre più esigente».

Al via domenica, quindi, quattro giorni di fiera che per la prima volta rappresenta l’intero settore: dall’allevamento e macellazione, passando per l’industria di lavorazione, trasformazione e confezionamento, fino alla distribuzione, nelle sue diverse forme.

Al taglio del nastro, (ore 11, Padiglione 11, Area Forum by Costa Group), presente il Governatore del Veneto, Luca Zaia. La regione, infatti, è da sempre leader nazionale nel mondo delle carni, con oltre 2,3 miliardi di fatturato e il primato per numero di capi bovini (35% del totale italiano) e avicoli (30%).

«Eurocarne, pur rinnovata nel format, grazie all’organizzazione diretta da parte di Veronafiere – ha ricordato il direttore generale dell’Ente, Giovanni Mantovani –, si conferma una rassegna b2b con oltre 170 aziende presenti, di cui il 10% estere. Per questa edizione abbiamo puntato molto sull’internazionalizzazione, investendo sull’incoming di buyer selezionati da Slovenia, Croazia, Bosnia, Macedonia, Russia, Polonia, Marocco, Egitto».

Spazio perciò all’approfondimento più mirato per il business. Lunedì 11 maggio (ore 10.30, Area Forum by Costa Group del padiglione 11) Veronafiere-Eurocarne presenta in anteprima i risultati di un’analisi commissionata a SG Marketing sul mercato delle carni italiano.

Protagonisti a Eurocarne sono, infine, i numerosi convegni e workshop che affrontano tematiche come la sostenibilità, il benessere animale in allevamento, la sicurezza alimentare, l’etichettatura, la tracciabilità del prodotto e gli ultimi trend di consumo, quale il rinato interesse per la selvaggina, spinto da chef stellati come Bruno Barbieri.