Rosaria Barresi nuovo assessore all’Agricoltura

E’ Rosaria Barresi, dirigente generale dell’Agricoltura, la nuova assessore regionale all’Agricoltura. Subentra all’avvocato Nino Caleca che ieri aveva rassegnato le dimissioni per motivi politici.

Barresi segue il filone dei tecnici, in particolare dei dirigenti generali, “promossi” a un ruolo politico. Prima di lei, proprio col governo Crocetta e nello stesso ruolo di assessore all’Agricoltura, era stato nominato Dario Cartabellotta, silurato in un rimpasto mentre si trovava a Verona per il Vinitaly.

“Sicilia Democratica per le Riforme esprime apprezzamento per le doti professionali ed umane del neo assessore Sara Barresi e, alla vigilia del suo insediamento al Dicastero dell’Agricoltura, manifesta piena fiducia nel Suo operato e nella capacità di farsi interprete e continuatrice della linea politica intrapresa dal Partito in questo ultimo anno di attività attraverso gli Assessori Reale e Caleca”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Sicilia Democratica all’ARS Totò Lentini riguardo ad una nomina non programmata e determinata dalle impreviste dimissioni dell’assessore Caleca.
“Abbiamo preferito Sara Barresi alle altre ipotesi formulate e condiviso la scelta con il Presidente Crocetta per senso di responsabilità verso i siciliani e nella certezza di dare continuità all’azione politica intrapresa da Sicilia Democratica e già condivisa nei fatti con Sara Barresi nel suo ruolo di dirigente Generale dell’Assessorato Agricoltura”.
“Con la D.ssa Barresi abbiamo inaugurato una stagione nuova per l’amministrazione in cui la politica è tornata a parlare con i territori. Già dal 9 gennaio scorso, infatti, Sara Barresi, insieme agli altri due dirigenti dell’assessorato Agricoltura si è recata nelle singole province siciliane per parlare di PSR, di fondi comunitari e di nuovi orientamenti per informare la popolazione siciliana sulle nuove linee guida del PSR. La scelta di confermarLa in questo delicato momento esprime la volontà di Sicilia Democratica di continuare sulla linea politica già avviata e di proseguire nell’attuazione del PSR senza correre il rischio di rallentare l’uscita dei bandi comunitari attesi per i prossimi mesi”
“Le scelte adottate sono state condivise dalla Dirigenza del Partito nelle figure dei due vice Segretari Ezechia Reale e Giacomo Scala e del Presidente Nuccio Cusumano. Sicilia Democratica gode di buona salute. Il direttivo regionale si riunirà venerdì a Enna per valutare l’azione di supporto al Governo ed avviare i preparativi per l’imminente congresso regionale”.
“In questo momento di fibrillazioni preelettorali sono perfettamente comprensibili voci artatamente messe in giro che tendono a sfaldare il tessuto dei partiti nella logica di accreditamenti ed acquisizione di nuovi deputati. Sicilia Democratica gode di ottima salute ed ha saputo affrontare con grande sobrietà e con senso di responsabilità sia la morte del suo fondatore Lino Leanza che le impreviste dimissioni dell’avvocato Nino Caleca da Assessore. Con la stessa coesione si appresta a compiere gli ulteriori passi politici nel rispetto della trasparenza, della legalità e della lotta alle infiltrazioni mafiose e criminali che l’hanno sempre contraddistinta e che sono state declinate ed interpretate dagli Assessori Reale e Caleca”.