Psr Sicilia, Cracolici: “Un modello a sportello per il prossimo Programma”

“Un modello a sportello per il prossimo Psr nel quale ogni tre mesi si possa aprire una finestra per accedere al contributo nello stesso istante in cui si è in grado di attivare il finanziamento”.  È l’idea dall’assessore regionale all’Agricoltura,  Antonello Cracolici,  lanciata al Festival del giornalismo enogastronomico in corso a Galati Mamertino (Messina). “Dall’istanza al finanziamento passano due anni –  ha detto Cracolici – sono due anni che cambiano la storia in termini finanziari, di mercato e nei termini nei quali tu operi nel contesto. Pensavo ad un modello a sportello anche come tempi un modo per ridurre l’intermediazione”.

“Il 10 dicembre –  ha aggiunto – sarò alla riunione a Bruxelles per l’approvazione del Psr da 2,2 miliardi. Occorre concentrare per evitare inutili burocrazie. Non deve essere la Regione l’interfaccia con l’imprenditore ma il territorio, avendo un obiettivo strategico.  Occorre anche conoscere meglio i meccanismi per sfruttare i fondi nazionali”.

2 pensieri riguardo “Psr Sicilia, Cracolici: “Un modello a sportello per il prossimo Programma”

  • 14 Novembre 2015 in 7:38
    Permalink

    L’idea non è dell’on.le Cracolici, ma richiesta dalla Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e Forestali della Sicilia nel Documento trasmesso con nota prot. 96/14 del 27/01/2014 e integrata con nota prot. 419/14 del 25/03/2104.

  • 15 Novembre 2015 in 8:49
    Permalink

    Ottima l’idea richiesta dalla Federazione degli Ordini dei Dottori Agronomi e Forestali della Sicilia. Ottima ed encomiabile “l’idea” di Cracolici di concretizzare l’idea della citata Federazione. Siamo impazienti di poterla vedere realizzata…dall’idea…ai fatti!

I commenti sono chiusi.