Uva Italia in Canada dopo 5 anni, riparte l’export col Nordamerica dopo il blocco

“Dopo 5 anni di blocco riparte oggi da Mazzarrone l’esportazione di uva Italia in Canada con il primo carico da 20 tonnellate”. Lo dice in una nota l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici.

“Gli operatori del Servizio Fitosanitario hanno applicato il protocollo dei controlli sul prodotto siciliano recentemente riconosciuto dalle autorità canadesi. Nel 2007, prima del blocco delle esportazioni, l’uva  da tavola siciliana diretta in Canada superava le 700 tonnellate all’anno – continua Cracolici.

La merce è stata  sottoposta ad un esame integrato con le verifiche di qualità adottate dalle aziende produttrici, sotto la supervisione del servizio fitosanitario regionale che sta lavorando anche all’applicazione di un protocollo sanitario per avviare l’esportazione in Canada di albicocche, ciliegie, pesche, susine e kiwi. Le procedure di controllo sui prodotti concordate con i paesi importatori, sono già state applicate con successo anche per l’arancia rossa diretta in Giappone e in Cina. Il  Servizio Fitosanitario Regionale ha un ruolo strategico per favorire l’export dei prodotti siciliani nel mondo perché ha tra le sue funzioni anche quella di armonizzare le disposizioni sui controlli sanitari dei prodotti tra paesi importatori ed esportatori.”