Eurotrainer  

Enna, visita del commissario straordinario dell’Esa, Francesco Calanna



Giovedì visita nella provincia di Enna del commissario straordinario dell’E.S.A. Francesco Calanna, accompagnato dal direttore generale Maurizio Cimino. Primo incontro al Centro di Meccanizzazione Agricola di contrada Santa Barbara ad Agira. A fare gli onori di casa il dirigente della Sede Provinciale di Enna Saro Di Mauro e il capo centro di Agira Giuseppe Domina.

Calanna ha visitato tutti gli impianti, le macchine e le attrezzature e si è potuto rendere conto del livello tecnico e professionale del Centro. Il numero uno dell’Esa ha prima incontrato dirigenti e funzionari per fare il punto degli interventi in provincia e poi ha tenuto un’assemblea con tutto il personale. Calanna ha indicato la nuova mission dell’ente che passa da una definizione e da un rilancio dell’azione istituzionale. Tre i punti fondamentali dell’attività: Riforma agraria con l’assegnazione dei lotti liberi a giovani coltivatori diretti e loro cooperative, rilancio del Fondo di rotazione con una distribuzione capillare alle aziende del credito per conduzione, acquisto animali e acquisto attrezzature e infine attività della Meccanizzarione agricola.

“Non dobbiamo dimenticare – ha detto Calanna – la storia dell’ente. Noi nasciamo come Eras, ente di riforma agraria, e poi ci sviluppiamo in molti altri settori a sostegno dell’agricoltura siciliana”. L’attività va quindi ripensata in funzione del nuovo momento storico e quindi la Meccanizzazione Agricola “definita il 118 della Regione per i disastri è sempre pronta ad intervenire. Quando la necessità è impellente siamo i primi, con i nostri mezzi, a cominciare le opere di emergenza e di recupero dove c’è stato un terremoto, un’inondazione, un evento catastrofico. L’Esercito italiano, che ha visto i nostri camion, le nostre ruspe all’opera è stato il primo a riconoscerci una professionalità molto alta”. Una professionalità che oggi la Regione deve sfruttare e infatti la Meccanizzazione dell’Esa è pronta ad intervenire nel recupero idrigeologico del territorio con opere che prevengono i disastri.

Per quanto riguarda la Riforma Agraria il commissario Calanna intende imprimere una svolta puntando a sostenere l’imprenditoria agricola giovanile e delle copperative con l’assegnazione di nuove terre. Il Fondo di Rotazione poi si inserisce bene in questo progetto volto a sostenere i giovani in agricoltura operando con offerte di credito che abbiano quale interesse principale la valorizzare di un’agricoltura di qualità che guarda al futuro aperta a nuovi spazi nei mercati. Una mission volta alla valorizzazione del territorio e delle potenzialità che esso esprime.

Soddisfazione per l’alto livello di qualità che la Sopat Esa di Valguarnera ha raggiunto con il premio qualità sugli olii Siciliani: “Questa – ha ribadito Calanna – è una nostra eccellenza e tutto il nostro lavoro deve raggiungere queste punte”. Il commissario straordinario dell’Ente di sviluppo agricolo nel pomeriggio ha poi visitato gli uffici della Sede Provinciale di Enna: “L’Ente sta mettendo in campo tanta voglia e tanta professionalità per essere strumento di vero sostegno al mondo agricolo. E in provincia di Enna gioca un ruolo estremamente importante. L’impegno dell’intera struttura regionale c’è – ha concluso Calanna – intendiamo sviluppare la nostra attività per continuare a mettere a disposizione della Regione e degli agricoltori siciliani mezzi e strumenti per contribuire a far uscire la nostra Sicilia da una crisi tanto pesante”