Eurotrainer  

Idee per valorizzare l’agricoltura e Resto al Sud, convegno a Valledolmo

Sabato 24 febbraio alle 17.00 presso l’Oratorio San Giuseppe Via Vittorio Veneto di Valledolmo la Banca di Credito Cooperativo locale propone un convegno dedicato allo sviluppo territoriale.

Oltre alla presentazione del libro di Mario Liberto: “Cento e più idee per valorizzare le aree rurali, finanziamenti, multifunzionalità e sistemi territoriali”, verrà illustrato il bando relativo agli aiuti previsti dal provvedimento nazionale “Resto al Sud”.

Il libro è un saggio utilissimo per agricoltori, professionisti, giovani in cerca di prima occupazione, titolari di aziende, associazioni culturali, operatori di turismo rurale, amministrazioni locali e quanti operano nelle aree rurali italiane che, oltre a suggerire alcune soluzioni legati alla multifunzionalità aziendale e occupazionale, indica, per ogni iniziativa, le fonti di finanziamento.

Il libro è diviso in due parti; la parte generale evidenzia gli aspetti storici, culturali e ambientali e la scelta obbligata per gli operatori del mondo rurale della multifunzionalità. La seconda parte individua dieci funzioni: produttiva, paesaggistica, ambientale, didattica, sociale, culturale, energetica, turistico-ricreativa, servizi alle imprese e alla persona, attività ittiche, iniziative connesse al mondo rurale che possono essere estrinsecate in maniera dinamica e moderna, attraverso l’offerta di alcuni servizi: assistenziali, formativi, educativi, d’inserimento lavorativo e sociosanitari. Un ruolo che il mondo agricolo ha sempre svolto in maniera naturale con una scarsa propensione alla monetizzazione. Le varie funzioni multifunzionali, oltre a presentare le attività che possono essere intraprese, con le fonti di finanziamento afferenti ai Piani di Sviluppo Rurale individua altre fonti quali: INVITALIA, Inps, Legge Sabatini, ecc. L’ultimo capitolo è riservato ai sistemi territoriali, ai distretti rurali ed agroalimentari, mutuati dalle varie esperienze nazionali dei progetti LEADER, utile per comprendere l’evoluzione delle governace territoriali e le forme aggregative. L’altro momento convegnistico riguarderà il programma “Resto al Sud: incentivi anche per il settore alimentare per l’avvio nuove imprese nel Mezzogiorno”. Il decreto n. 174-2017 contenente il regolamento attuativo della misura “Resto al Sud”, provvedimento istituito dal decreto Mezzogiorno n. 91-2017 a sostegno dell’autoimprenditorialità giovanile, convertito nella legge n. 123-2017, è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 5 dicembre 2017. Si tratta di un nuovo regime di aiuto in favore di giovani imprenditori, per incoraggiare la costituzione di nuove imprese nelle Regioni meno sviluppate e in transizione, cioè Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

L’importo complessivo per l’intera Misura corrisponde a € 1.250.000.000. In base al regolamento attuativo della misura, le richieste di agevolazioni possono essere presentate dai soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni che siano in possesso, al momento della presentazione della domanda.

Ad aprire l’incontro sarà il Presidente della BCC di Valledolmo Calogero Muscarella seguiranno gli interventi del giornalista e scrittore Mario Liberto e dell’esperto Rosario Genchi, Presidente della Project Manager Sicilia.