Eurotrainer  

Agricoltura, il governo regionale approva lo stato di calamità per le piogge di maggio

Il governo Schifani, su proposta dell’assessore dell’agricoltura Luca Sammartino, ha dichiarato lo stato di calamità per i danni prodotti dall’ondata di maltempo dello scorso mese di maggio, caratterizzato da forti piogge e che ha colpito in maniera diffusa tutto il territorio regionale. Contestualmente è stato approvato il documento tecnico sulla base del quale la Regione chiederà al ministero dell’Agricoltura e della sovranità alimentare una misura straordinaria per ristorare gli agricoltori e i produttori siciliani per i danni, anche in considerazione del fatto che il fondo di solidarietà nazionale non copre quelli causati dal vento.
Si tratta di un provvedimento atteso dall’intero settore primario regionale che, a metà giugno, si trova in seria difficoltà. Oltre per i danni subiti dalla pioggia e del vento, lamenta la preoccupazione della perdita di posti di lavoro a causa dell’impossibilità di potere garantire le varie commesse. In ginocchio anche gli allevatori siciliani sempre più preoccupati del loro destino e per il loro futuro i quali chiedono misure di investimento per fronteggiare la crisi alimentare degli allevamenti zootecnici.

La sollecitazione di tale provvedimento è arrivato da diverse parti dei territori dell’isola: imprenditori, organizzazioni di categoria, ma anche da parte dei sindaci.