Vino, il divieto per l’Igt “Terre siciliane” del riferimento al Nero d’Avola ed al Grillo fà lievitare la Doc “Sicilia”

Come era prevedibile la modifica del disciplinare della IGT “Terre Siciliane” che, per i prodotti provenienti dalla ultima campagna 2017/2018, vieta la specificazione dei vitigni “Nero d’Avola” e “Grillo”, sta avendo come conseguenza un aumento cospicuo della produzione a DOC “Sicilia”, denominazione per la quale è invece consentito il riferimento ai due vitigni in questione.

I dati relativi alle rivendicazioni delle superfici e delle uve delle DOP e IGP sono messi a disposizione delle relative strutture di controllo sul sito AGEA/SIAN; in data 8/02/2018 sono stati pubblicati, a disposizione dell’IRVO quale autorità pubblica di controllo per tutte le DOP e IGP dei vini siciliani,  i dati relativi alle superfici ed uve rivendicate relativi alla campagna 2017/2018 ; anche se questi dati subiranno delle revisioni nel corso dell’anno dovute alle modifiche delle dichiarazioni Agea in corso, tuttavia i numeri sono indicativi del processo in essere:

 

Tab.1-Rivendicazioni  AGEA

  DOC SICILIA IGT TERRE SICILIANE
Anno Superficie rivendicata (MQ) Uva rivendicata (Kg) Superficie rivendicata (MQ) Uva rivendicata (Kg)
2015 103.490.345 85.206.684 336.013.683 333.581.318
2016 106.950.806 88.951.191 327.635.834 320.108.126
2017 214.366.883 168.273.161 207.162.009 170.787.877

Dati OdCC Vini IRVO

 

Se confrontiamo ( vedi Tab. 1) i dati di rivendicazione relativi al 2017 con quelli del 2016 vediamo come la superficie rivendicata a DOC “Sicilia” sia raddoppiata e quella rivendicata a IGT “Terre Siciliane” sia drasticamente diminuita.

E’ interessante osservare ( Vedi Tab. 2), in particolare, la crescita delle rivendicazioni totali  relative alle varie tipologie previste per il Nero d’Avola (anche rosato, vendemmia tardiva, passito, riserva e spumante) e per il Grillo (anche vendemmia tardiva, passito, superiore, riserva e spumante)

 

 

TAb. 2-Rivendicazioni  AGEA  DOC SICILIA Nero d‘Avola e  DOC SICILIA Grillo

  2016 2017
  Superficie rivendicata (MQ) Uva rivendicata (Kg) Superficie rivendicata (MQ) Uva rivendicata (Kg)
DOC SICILIA Nero d’Avola  (varie tipologie previste) 25.755.797 20.443.675 80.830.860 70.990.121
DOC SICILIA Grillo                        (varie tipologie previste) 10.461.980 10.118.766 32.770.185 28.712.791

Dati OdCC Vini IRVO

 

Già la crescita delle iscrizioni (assoggettamenti) al ns organismo di controllo e certificazione (OdCC) vini per la DOC “Sicilia” , iniziata massicciamente dai primi mesi estivi , è indicativa del fenomeno in atto.

 

Tab.3-Assoggettamenti DOC SICILIA

DATA DI RILEVAZIONE N°                        aziende Vinificatori Imbottigliat. Intermed. vini sfusi
AL 1 AGOSTO 2017 289 239 263   7  
AL 10 GENNAIO 2018 356 295 320   9  
AL 12 FEBBRAIO 2018 388 319 344   10  

Dati OdCC Vini IRVO

 

Le aziende assoggettate per la DOC “Sicilia” al ns OdCC Vini ,  per uno o più soggetti, sono infatti passate da 289 ditte al 1/08/2017 alle attuali 388 suddivise in 319 aziende trasformatrici e 344 aziende imbottigliatrici; le ditte che chiedono l’assoggettamento come imbottigliatori continuano comunque ad aumentare.

Tra gli imbottigliatori  le ditte  fuori–regione che sinora hanno ottenuto l’apposita autorizzazione ministeriale all’imbottigliamento fuori zona delimitata (intero territorio della regione siciliana) sono circa 70.

Se si esaminano (Vedi Tab. 4) le certificazioni  rilasciate dal 1 gennaio 2018 alla data odierna (12/02/2018), confrontandole con quelle del medesimo periodo del 2017, notiamo come le certificazioni a DOC “Sicilia”  siano  più che raddoppiate con 115 certificati rilasciati per 50.591,3  ettolitri certificati nel 2017 e, di contro,   242 certificati rilasciati e 155.319,1 ettolitri certificati nel  2018 nel medesimo periodo. 

Se esaminiamo gli stessi dati per la tipologia  DOC “Sicilia”  Grillo e DOC Sicilia “Nero d ‘Avola” vediamo che i certificati emessi a DOC Sicilia “Grillo”  dal 1 gennaio al 12 febbraio sono variati da 20 certificati e 7.323,6 ettolitri certificati nel 2017 a 63 certificati emessi e 33.441,4 ettolitri certificati nel 2018,  mentre per il DOC “Sicilia” Nero d’Avola si è passati da 21 certificati rilasciati e  14.549,75 ettolitri certificati a 61 numero di certificati emessi e 86.052,9 ettolitri certificati nel 2018 nel periodo in esame; questi incrementi sono destinati a crescere esponenzialmente nei mesi a seguire, ma già questo primo confronto è indicativo.

 

Tab.4-Certificazioni  DOC SICILIA

  DOC SICILIA TOT. DOC SICILIA Grillo DOC SICILIA Nero d’Avola
  N° certificati rilasciati HL certificati N° certificati rilasciati HL certificati N°   certificati rilasciati HL certificati
 Dal 1 gennaio al  12 febbraio 2017 115 50.591,31 20 7.323,61 21 14.549,75
 Dal 1 gennaio al  12 febbraio 2018 242 155.319,09 63 33.441,39 61 86.052,90

Dati OdCC Vini IRVO

 

Naturalmente si registra  un aumento anche di quelle tipologie che vengono utilizzate comunemente nei DOC “Sicilia” bivarietali  in blend con il Nero d’Avola e con il Grillo, giacchè il divieto per l’IGT “Terre Siciliane” di fare riferimento ai due vitigni autoctoni  non si riferisce, soltanto  ai vini in purezza dei due vitigni in questione,  ma è generale.

Grande incremento di lavoro ed impegno  da profondere dunque per l’organismo di controllo e certificazione vini dell’IRVO, che ha richiesto all’ Assessorato la costituzione di un ulteriore Commissione di degustazione deputata all’esame organolettico dei vini a DOC “Sicilia” in aggiunta alle due attualmente operanti.

Tabella certificazioni Irvo

cura dell’OdCC dell’Istituto Regionale del Vino e dell’Olio – Palermo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi