Tutte le sezioni

Le Drupacee siciliane scendono in campo: è l’ora di ciliegie, albicocche, pesche e susine

Dalla seconda parte della primavera inizia in Sicilia la stagione della raccolta delle drupacee. Ciliegie, albicocche, pesche, susine ecc. per alcune sono iniziate la raccolta e tra poche settimane saranno avviate le altre.

Un momento particolare dove occorre incrociare le dita per le molteplici variabili che entrano in gioco: parassiti, eventi atmosferici estremi, spesso imprevedibili.

Tuttavia, la stagione produttiva delle drupacee è in linea con il periodo dell’anno. Il prodotto si presenta buono, e la campagna commerciale vede prezzi nella media. Le primizie spuntano prezzi buoni e presentano caratteristiche gustative eccellenti e dai colori intensi.

I prezzi oscillano tra 0,40 e 0,70 Euro/kg, prezzo alla produzione, che rispetto all’anno precedente si ha un aumento delle quotazioni medie del 10% circa in più.
Sul mercato buono l’andamento dei prodotti bio e quelle ottenute da lotta integrata.

Sul mercato, a causa delle gelate primaverili c’è meno concorrenza da parte dei produttori del centro Italia.

Per Giuseppe Lo Dico, presidente della Società Cooperativa Agricola Insieme “Per diventare più competitivi – spiega il manager – servirebbe una politica salariale standard a livello europeo, perché le retribuzioni in Spagna e Grecia sono inferiori rispetto a quelle italiane. Inoltre, bisognerebbe contenere i costi di trasporto, infatti in Sicilia scontiamo circa 7 centesimi di euro di maggiori oneri rispetto alle produzioni della Puglia e ben 10 centesimi sulla Spagna. Due fattori, quelli appena menzionati, che allo stato dei fatti ci rendono meno concorrenziali”.