Eurotrainer  

Concorso Enologico Nazionale “Vermentino”, al via la seconda edizione

Si svolgerà a Cagliari (Sardegna), dal 29 al 30 giugno, la seconda edizione del Concorso Enologico Nazionale “Vermentino”, manifestazione autorizzata (2017) dal Ministero delle Politiche Agricole alimentari e del Turismo della Repubblica Italiana e patrocinata dalla Regione Sardegna, dal Comune di Cagliari e dalla Coldiretti della medesima regione.

Per Mario Bonamici e Andrea Campurra della APS Promo Eventi (Organismo Ufficialmente autorizzato ndr.): “Il Vermentino è un vitigno molto noto e conosciuto nell’intero bacino mediterraneo e in Italia sono sempre di più̀ i produttori che puntano su questa caratteristica varietà d’uva. Oltre alla Sardegna, la coltivazione si estende anche in Toscana e Liguria; nuove e promettenti produzioni si trovano anche in Sicilia, Puglia e Lazio. Il concorso, oltre ad essere una vetrina promozionale è anche un’occasione di confronto per migliorare ed elevare la qualità dei prodotti. Il Concorso ha come obiettivo quello di far diventare il Concorso sempre più̀ importante e partecipato da un vasto numero di aziende produttrici. C’è molta attesa e curiosità per questa seconda edizione, faremo di tutto per non disattendere le aspettative”.

Sul sito www.concorsovermentino.com è possibile rilevare tutte le informazioni dove poter scaricare, fin da subito, la modulistica necessaria per la partecipazione. Le domande dovranno pervenire entro il 10 giugno 2021, mentre ci sarà̀ tempo fino al 15 giugno per inviare i campioni.

Potranno essere ammessi al concorso, i vini fermi, frizzanti e gli spumanti DOP o IGP che riportino in etichetta la dicitura “Vermentino” e contengono vino ottenuto con una percentuale minima della medesima uva dell’’85%.

Tra le novità di quest’anno, grazie ad una ormai consolidata partnership pluriennale, la Coldiretti Sardegna entra a far parte del Comitato Organizzatore del Concorso, confermandosi protagonista nella promozione e valorizzazione di questo importante vitigno sardo, con il ruolo di controllo delle modalità di selezione.

“I giurati degusteranno i vini in competizione con i calici “Tailormade VSG” edizione limitata (tirati a mano e soffiati a bocca), appositamente prodotti dall’azienda Italesse, su proposta ed in collaborazione dell’Esperto del Vermentino del Concorso, il sommelier Angelo Concas che ne ha dato la definitiva approvazione, per esaltare le proprietà di questo particolare vitigno. Il servizio di sommellerie sarà affidato alla professionalità della FIS Sardegna. Il servizio di sommellerie sarà affidato alla professionalità della FIS Sardegna”.

Altra importante novità di quest’anno è la collaborazione con l’Accademia Enogastronomica Internazionale Epulae e la sua testata giornalistica Epulae News in qualità di media-partner dell’evento.

Considerato che nella scorsa edizione hanno raggiunto un ottimo punteggio il 70% dei campioni partecipanti, si è deciso in quest’edizione, di concerto col Ministero, di premiare fino ad un massimo del 35% dei vini in gara. Questo limite sarà̀ ulteriore garanzia del livello di qualità̀ dei vincitori. Inoltre, non ci sarà̀ la medaglia di bronzo ma si partirà̀ dalla Medaglia d’Argento fino alla Gran Medaglia d’Oro.

L’Organizzazione ha, inoltre, siglato un accordo commerciale con un buyer della Polonia che si è formalmente impegnato ad acquistare una prima fornitura, del valore di 1000€, del vino premiato col punteggio più alto. Un piccolo segnale ma di grande forza, considerando il drammatico periodo che stiamo vivendo. Inoltre, un’occasione, per il vincitore, di entrare in un mercato nuovo, frutto dell’impegno della Promo Eventi nella promozione dell’agroalimentare sardo all’estero.

Riconfermato come Presidente del Concorso Pierpaolo Lorieri, mentre la giuria sarà composta dai giornalisti/sommeliers Angelo Concas, Paolo Fratter, Sandra Ianni, Mario Liberto, Alberto Lupini, Eleonora Cozzella e Alessandra Moneti, nonché, dagli enologi Giorgio Baccigalupi, Daniele Manca, Daniele Marchi, Aldo Buiani, Marianna Mura, Federica Carta, Piero Cella ed Emanuela Flore. Sul sito web e sulla pagina social del Concorso si possono trovare tutte le informazioni e gli aggiornamenti sulle giurie e sui membri che saranno aggiunti. La seconda edizione, considerata la pandemia, è un segnale di ottimismo e di coraggio e portare avanti questa iniziativa importante per il settore enologico nazionale.