Eurotrainer  

I riconoscimenti di Sicilia Agricoltura alle aziende smart

Nell’ambito della manifestazione “Terra Mia” Festival dell’agricoltura e dello sviluppo sostenibile che si è tenuto a Ribera, presso la villa comunale dal 2 giugno al 5 giugno, la testata giornalistica Sicilia Agricoltura ha consegnato dei riconoscimenti ad alcune aziende siciliane che si sono contraddistinte nell’applicazione delle buone pratiche agricole.

Si tratta di aziende che mostrano particolare attenzione agli aspetti innovativi del mondo dell’agricoltura resiliente, alla sostenibilità ambientale e allo sviluppo locale.

I riconoscimenti riguardano l’annualità 2021, che per ovvi motivi, sono stati consegnati nel 2022.

Sul podio dei premiati sono arrivati:

  • Il Distretto Laniero Siciliano di Cammarata (AG);
  • Il Coordinamente siciliano della “Frutta in guscio”;
  • La frazione rurale di Màrcatobanco;
  • Il Consorzio di tutela dell’Arancia di Ribera Dop.

Il Distretto Laniero Siciliano di Cammarata (AG) è stato premiato per l’impegno a valorizzare la lana ovina, non solo in ambito tessile ma anche in tutti gli altri settori produttivi che ne consentono l’utilizzo, con possibile interessante ritorno economico in un momento di transizione ecologica con la riscoperta dell’economia circolare. Il premio è stato ritirato dal presidente Sebastiano Tosto.

Premio anche al coordinamente della “Frutta in guscio” ritirato dal coordinatore Ignazio Vassallo, per l’attività di produzione, valorizzazione, trasformazione, commercializzazione e promozione della frutta in guscio siciliana. Il riconoscimento scaturisce dalla consapevolezza e importanza del comparto della frutta secca e delle difficoltà che lo attanagliano. Inoltre, per la capacità profusa ad individuare una strategia comune in grado di recuperare in tempi rapidi il pluridecennale ritardo accumulato in Sicilia in termini di promozione, ricerca e innovazione, dopo decenni di profonda crisi e il quasi raggiungimento del marchio IGP.

Un altro riconoscimento è andato alla frazione di Màrcatobanco (Castronovo di Sicilia) per la consapevolezza del ruolo che i residenti di Marcatobianco svolgono per valorizzare e promuovere la pastorizia siciliana, ma anche per la difesa della loro identità frammista ai grandi valori della ruralità mediterranea, uno dei pochi esempi ancora presente nel territorio europeo.

Riconoscimento anche al Consorzio di tutela dell’Arancia di Ribera Dop per l’intensa promozione e commercializzazione dell’arancia Riberella. Ha ritirato la targa il suo presidente Peppe Pasciuta.