Eurotrainer  

Mario Di Giacinto si aggiudica la nona edizione del Campionato regionale di potatura dell’olivo a vaso policonico

La IX edizione del Campionato regionale di potatura dell’olivo a vaso policonico 2023, tenutosi nel territorio di Vicari, è stata vinta dal vicarese Mario Di Giacinto. Al secondo posto è arrivato Vincenzo Trovato di Scicli (RG) e al terzo Amico Domenico Stefano di Santo Stefano Quisquina (AG).

A giudicare i lavori e stilare la graduatoria sono stati: il professore Giuseppe Campisi, SAFF Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali Università degli Studi di Palermo, Francesco Bruscato, funzionario della Regione Sicilia coordinatore nazionale della manifestazione “Forbici d’oro” e dall’agronomo Gino Capodici dirigente della Sopat di Caccamo.

I giudici di campo sono stati: Ignazio Marretta dell’Ordine degli agronomi di Palermo, Francesco Iandolino e Vincenzo Ciaccio, frantoiano.

Il Concorso regionale ha anche avuto valenza di pre-selezione al Campionato Nazionale di potatura dell’olivo “Forbici d’Oro”, che quest’anno si terrà domenica 4 giugno 2023 ad Urbisaglia (MC), in occasione della 20° Edizione della Rassegna Nazionale Oli monovarietali; alla predetta manifestazione accederanno i primi tre classificati al Concorso Regionale di Sicilia.

A coordinare il campionato sono il perito agrario Francesco Bruscato funzionario dell’assessorato agricoltura della Regione Siciliana e l’agronomo e giornalista-divulgatore Mario Liberto.

Un team che da vent’anni ha diffuso in tutta la Sicilia la conoscenza della potatura a vaso policonico dell’olivo. Hanno fatto parte dell’organizzazione dell’evento l’Ente di Sviluppo Agricolo Siciliano (ESA), il SAFF Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali Università degli Studi di Palermo, il giornale “Sicilia Agricoltura”, la Rete di Coordinamento dell’organizzazione del campionato nazionale “Forbici d’Oro”, il comune di Vicari e l’ASSAM Regione Marche.

“Al Concorso sono stati ammessi un numero massimo di 20 partecipanti – dice Francesco Bruscato-, tutti professionisti, eliminando prioritariamente coloro che non avevano preso parte ai corsi di potatura ufficiali organizzato dal Comitato regionale siciliano “Forbici d’oro” o anche hobbisti. Insomma, a confrontarsi sono stati i migliori potatori siciliani dell’olivo a vaso policonico proveniente dalle aree olivicole più vocate dell’isola. Si è trattata di una festa ludica dell’olivo”.

I premi, per i primi classificati, sono stati offerti dalla società MAM di Partinico (1-2-3 posto), da “Sicilia Agricoltura” (4 posto) e dalla Ditta Pace di Castronovo di Sicilia (PA) (5 posto).

La gara è consistita in una prova pratica di potatura di produzione dell’olivo, con l’obiettivo di convertire (salvaguardando l’equilibrio vegeto-produttivo delle piante) l’attuale forma di allevamento a vaso libero nella forma a vaso policonico. A ciascun concorrente sono state assegnate 3 piante appositamente contrassegnate. Il tempo disponibile è stato di 30 minuti. Le operazioni di taglio sono state effettuate esclusivamente da terra mediante l’utilizzo di strumenti manuali eventualmente anche muniti di prolunghe.

La Giuria ha valutato per ogni singola pianta, delle tre estratte, attribuendo un punteggio da 0 a 4 punti, su ciascuno dei seguenti parametri: Conformazione della cima (0-4 punti); equilibrio tra le branche primarie (0-4 punti); conformazione delle branche secondarie (0-4 punti); equilibrio vegeto-produttivo (0-4 punti); rispondente alla conformazione ideale (0-4 punti).

La manifestazione, totalmente gratuita, si è conclusa con un pranzo offerto da “Sicilia Agricoltura” e curato dal Rural chef Simone Sangiorgio.