Tutte le sezioni

Il nuovo Presidio Slow Food della “Scattata” di Alia

La “scattata” dolce tipico aliese, coinvolgente e a forte identità, entra a far parte della comunità Slow Food. La presentazione avverrà sabato 21 dicembre alle ore 18,00 presso la “Società Grande” di Via Garibaldi di Alia. Il Presidio è stato realizzato dai “Giovani di Alia per valorizzare le terre di Kokalos”.

La Scattate di Alia è un dolce tipico, presente anche in altre parti della Sicilia, a base di mandorle. Quella di Alia, oltre alle mandorle locali, utilizza i “diavulicchi” delle coloratissime palline di cioccolato, e naturalmente i segreti della preparazione tramandati di generazione in generazione. Dato che si tratta di un dolce della tradizione, non è facile trovare una sola ricetta: ognuno ha la sua versione, ognuno le prepara a suo modo; per Gaetano Siracusa, “il disciplinare di produzione porterà ad uniformare la scattata in unico prodotto omogeneo e commercializzabile”.

Oltre al sindaco Felice Guglielmo, interverranno: Dario Cartabellotta, Direttore Generale dell’Assessorato Agricoltura; Francesco Sottile, del Comitato nazionale Slow Food; Laura Elici, Fiduciaria Condotta Slow Food Palermo; Carla Conti, Rappresentante della Comunità Slow Food per la Sicilia; Domenico Madonia, Comunità Slow Food “I Giovani di Alia per valorizzare le Terre di Kokalos”; Adriana Iovino, Drigente Scolastico, Istituto Comprensivo Alia, Roccapalumba, Valledolmo; Ambrogio Varia, socio Slow Food; Rosalia Sagona, Presidente “Comitato in onore dei festeggiamenti di S. Rosalia; Alberto Battaglia, Portavoce dei “Carusi di Scillato”; Federica Pravatà e Mariaconcetta Biondolillo, Comunità Slow Food “I Gioani di Alia per la valorizzare le Terre di Kokalos; Mario Liberto Food Writer promotore del Distretto della mandorla nelle “Terre di Kokalos”. La kermesse sarà modera da Gaetano Siracusa, portavoce della Comunità Slow Food “I Giovani di Alia per valorizzare le terre di Kokalos”.